Login »Nick: Pass:
Twitter
Facebook

L'intera realtà è basata sulle Differenze e sulla loro innegabile onnipresenza. approfondimenti

È su questa semplice constatazione che si basa il libro appena uscito: "Sulle Differenze" di Davide Pedemonte che potete trovare su Amazon all'indirizzo: https://www.amazon.it/dp/B074LZ6YVR

Le differenze infatti (tra gli uomini, tra gli animali, tra gli atomi, tra le particelle, etc…) permeano il nostro universo. Non è possibile concepire una realtà senza di esse. Si può trarre quindi la conclusione che le differenze sono alla base della realtà stessa, sono il suo elemento fondamentale, e di conseguenza la realtà può essere spiegata attraverso le differenze e le loro dinamiche.

In questo libro perciò non cerco più di spiegare la realtà concentrandomi sulle cose e sulla loro essenza o sul loro spirito, come hanno fatto varie filosofie e religioni fallendo, ma mi concentro su ciò c’è tra le cose, cioè le differenze.

Cambio la prospettiva con la quale si può osservare la realtà insomma, per capirla e anche tentare di viverla meglio.

Attraverso questa nuova prospettiva vengono affrontati vari argomenti: la fisica ad esempio, o le dinamiche tra gli esseri viventi. La maggior parte del libro però è dedicata all'uomo, alla sua psicologia e agli ambiti in cui egli agisce.

In particolare nei capitoli dedicati alla psicologia viene esposta quella che è in pratica una nuova teoria della mente che cerca di unificare le conoscenze scientifiche sul cervello e soprattutto nella quale vengono individuati i bisogni fondamentali dell'uomo, con la quale si possono spiegare tutti i suoi vari comportamenti e anche i suoi problemi. Ad esempio uno dei bisogni che ho individuato è il bisogno di novità la cui esistenza è confermata da questo ed altri articoli:

  https://www.researchgate.net/publication/5277294_Striatal_Activity_Underlies_Novelty-Based_Choice_in_Humans

Dopo aver parlato della mente dell'uomo vengono affrontati diversi temi riguardanti le attività e gli ambiti in cui agisce l'uomo, sempre interpretandoli attraverso questa nuova “prospettiva delle differenze”.

Tra questi, i capitoli dedicati allo stato e all'economia credo che possano essere particolarmente interessanti dato che vengono spiegati i veri motivi per la quale certe soluzioni già adottate da molti stati sono positive, ma anche perché vengono poste delle critiche ad alcuni dogmi e credenze delle nostre società, e soprattutto perché vengono fatte delle proposte alternative che rendono superflue queste credenze sbagliate. Le proposte alternative si basano principalmente sull'assunzione che per migliorare la nostra vita bisogna accrescere il più possibile le libertà delle persone e che bisogna dargli le opportunità per essere libere, ad esempio permettendogli di accrescere le loro conoscenze con la scuola e di rimanere in buona salute con gli ospedali. E per fare questo ogni cittadino deve essere responsabile della libertà propria e altrui. Le critiche più importanti che faccio invece sono rivolte alla credenza che le persone abbiano dei diritti innati e soprattutto alla credenza che gli uomini sono tutti uguali. In una realtà dominata e basata sulle differenze l'uguaglianza infatti non può esistere, e in questo libro dimostro che la credenza che gli uomini sono tutti uguali non è nemmeno necessaria per il buon funzionamento dello stato, della giustizia e del welfare. Alla fine comunque le proposte che faccio, anche se non sono motivate dall'uguaglianza ma dalla libertà, portano ad un organizzazione della società e delle sue regole molto simile a quella che c'è già nei paesi più avanzati. Non parlo quindi di utopie o di rivoluzioni ma solo di alcune piccole modifiche e aggiustamenti. Ad esempio elogio il federalismo, già presente in molti stati, perché permette di dare la giusta importanza alle differenze che ci sono tra i territori e le popolazioni.

Vengono insomma affrontati diverti argomenti attraverso questa nuova prospettiva, un capitolo piuttosto lungo per esempio è dedicato all'estetica e all'arte, così come diverse pagine sono dedicate all'educazione dei bambini e alla rieducazione degli "adulti". Tutti temi però che sono difficili da riassumere con completezza in poche righe,

per questo spero che avrete il tempo di leggere il libro.

Per ulteriori informazioni potete inviare una mail all'indirizzo dvdmonte@protonmail.com, consultare la pagina Facebook: https://www.facebook.com/Sulle-Differenze-268659440287064/ o seguire il profilo Twitter: https://twitter.com/SulleDifferenze

Vi ricordo ancora una volta che potete trovare il libro su Amazon all'indirizzo: https://www.amazon.it/dp/B074LZ6YVR o ricercando il titolo: Sulle Differenze di Davide Pedemonte

Comunicato di Avatar di Davide PedemonteDavide Pedemonte | Pubblicato Venerdì, 25-Ago-2017 | Categoria: Arte-Cultura
Portale automobilistico
Elenco e offerte Terme

Reazioni:

Voto medio

-

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo comunicato o pubblicarne uno a tua volta.
 

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai inserire nuovi comunicati, votare i comunicati altrui e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti
Versione desktop