Login »Nick: Pass:
Twitter
Facebook

NUMEROSI CONSENSI PER L’ESPOSIZIONE DI ANNA STICCO DEDICATA A MARIA CALLAS ALLA MILANO ART GALLERY approfondimenti

Esperta conoscitrice della “Divina della Lirica”, l’Artista Anna Sticco ha ricevuto grandi consensi per le opere dedicate a Maria Callas esposte, dal 16 settembre al 7 settembre 2012, presso Milano Art Gallery – Spazio Culturale.

La mostra, organizzata da Promoter Arte, ha raccontato le diverse sfaccettature dell’Artista Maria Callas: quella di cantante lirica di indiscusso talento e quella di donna dal fascino magnetico.

Contemporaneamente all’inaugurazione, tenutasi Domenica 16 Settembre, la scrittrice e giornalista Silvana Giacobini ha tenuto una conferenza in cui ha parlato del suo ultimo scritto “La Settima Anima”.

L’evento è solo uno tra gli interessanti appuntamenti di Festival Artistico Letterario               Cultura Milano, ideato da Salvo Nugnes, titolare di Agenzia Promoter e Direttore di Milano Art Gallery. Il Festival ha l’intento di permettere alle Arti e alla Letteratura di dialogare tra loro, confrontandosi in un salotto culturale dove artisti, intellettuali e pubblico si incontrano e possono dialogare tra loro.

 

 COME ANNA STICCO È RIUSCITA A DIVENTARE ESPERTA CONOSCITRICE DELLA CALLAS?

Sono diventata piano piano nel tempo (dalla fine del settembre 2006 ad ora) un'appassionata ed un'esperta, perché dall'incontro al Palais Garnier con Maria Callas, rapita dal suo manifesto ivi esposto, ho avuto sempre più la voglia di conoscere tutto di lei, i suoi gusti, le sue abitudini, i luoghi da lei frequentati, alcuni dei quali sono secondo me ancora pregni della sua presenza. Non mi bastava veder le sue foto, i filmati d'archivio con immagini di repertorio della sua vita privata o di quella professionale, o ascoltare le sue registrazioni...o leggere libri e testimonianze su di lei :dovevo letteralmente ripercorrere le sue orme (da Parigi a Verona, da Roma a Venezia, da Firenze a New York, il lago di Garda - Sirmione e Torri del Benaco - , Milano; perfino il teatro di Epidauro, oltre che Atene), vedere i paesaggi , le strade, i teatri che i suoi occhi avevano visto e, certe volte, avevo la sensazione di rivederli...così. Per esempio, a Montecarlo, ho ritrovato il punto preciso in cui attraccava il Christina, lo yacht di Onassis, considerato, a quel tempo, il più lussuoso del mondo...Solo così potevo realmente calarmi nel personaggio, provare in qualche modo le sue emozioni, capire o giustificare le sue scelte. Credo che non ci sia nulla di strano, in tutto questo, è l'unica cosa da fare, se vuoi veramente a tua volta, attraverso le tue opere, trasmettere certe emozioni...Cosa diceva Dante, che ci ha trasmesso la più bella commedia umana con la sua "Divina Commedia"? Che si sentiva tremar le vene e i polsi? Io ho pianto, non mi vergogno a dirlo, davanti a certe foto o guardando certi filmati o visitando (a volte dopo lunga ricerca), certi luoghi: ecco perché qualcuno, oggi, davanti ai miei quadri, si commuove a sua volta...

 

 E' IN CONTATTO CON COLLEZIONISTI DI CIMELI E OGGETTI, APPARTENUTI ALLA CALLAS?

Conosco diversi collezionisti di Maria Callas, ma quello con cui ho più strettamente collaborato è certamente Giancarlo Tanzi, che tante cose mi ha anche regalato o almeno prestato, in occasione delle mie mostre su Maria, che non esibivano solo quadri, ma anche foto, locandine, manifesti, spartiti, appartenuti alla Divina. Ho conosciuto anche amici e conoscenti della Callas, che ancora conservavano qualcosa di lei.

 

Comunicato di Avatar di Promoter ArtePromoter Arte | Pubblicato Martedì, 09-Ott-2012 | Categoria: Arte-Cultura
Portale automobilistico
Elenco e offerte Terme

Reazioni:

Voto medio

2.00

1 VOTO

Iscriviti per poter votare questo comunicato o pubblicarne uno a tua volta.
 

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai inserire nuovi comunicati, votare i comunicati altrui e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti
Versione desktop