Login »Nick: Pass:
Twitter
Facebook

Poche regole di un tè perfetto approfondimenti

Scegliamo accuratamente il tè ma poi dobbiamo saperne anche valorizzare le caratteristiche. Cioè a dire che ogni miscela ha delle proprietà ed è bene sapere come poter trarne il massimo, dal profumo, all’aroma, dal gusto alle proprietà benefiche fino al miglior modo di servirlo in tavola o comunque di assaporarlo. È difficile essere esperti di tè, come di qualsiasi altra cosa: nel senso che affinare il gusto significa poter conoscere le differenti piante, come vengono essiccate e lavorate, da dove provengono e quali sono le loro qualità. Inoltre, avere a che fare con il tè significa  dover sapere come le differenti culture hanno nel tempo bevuto il tè. La valenza del tè è sicuramente una valenza sociale, legata cioè a valori che sanciscono i rapporti umani fondamentali come l’amicizia, la diplomazia, la cordialità. Valori alla base della stessa idea di società, di patto sociale- lo è stato nei caffè inglesi, come nel palazzi di Westminster e nelle case della nobiltà e dell’alta borghesia britannica. Così anche era nell’antica Cina e in Giappone. Ancora oggi lo è in alcune culture come quella nord-africana, marocchina.

Come scegliere il tè? il gusto è molto personale e le miscele a disposizione sono moltissime. Inoltre attualmente la varietà di tè possibili è molto alta, moltiplicata dalla possibilità di mescolare le foglie di tè con fiori o altre erbe. Importanti punti da tenere in considerazione per preparare la perfetta tazza di tè:

  1. Conservare il tè in un contenitore ermetico, al riparo dalla luce e dal calore, a temperatura ambiente. Affinché non perda le sue proprietà organolettiche.
  2. Che il tè sia in foglia o in bustina, esso deve essere di ottima qualità.
  3. La temperatura dell’acqua è molto importante. Al tè nero occorre una temperatura di 100°C, mentre al tè verde bastano 80°C. La temperatura alla quale si sceglie di metter il tè in infusione permette infatti un migliore sprigionamento delle proprietà del tè.
  4. Il tè in foglia richiede un dosaggio che sia “giusto”, per cui attenzione alle proporzioni: quante persone, quanta acqua, allora tanto tè. Ogni varietà ha una sua giusta dose: tè bianco, tè cinese, tè verde, tè nero. Se invece volete fare ad occhio, allora prendiamo come unità di misura il cucchiaino e versiamone uno per ogni tazza.
  5. Tempo di infusione. Anche in questo caso dipende dalla varietà del tè. può variare dai 2-3 minuti del tè Jasmine ai 5-7 minuti del tè Oolong
  6. Infine: con o senza latte? Questo lo lasciamo a voi! Anche se alcune varietà non andrebbero mai prese con il latte, come ad esempio il Darjeeling, il Jasmine, il tè Oolong e il Sencha. Per altri tè la scelta resta libera. A parte il tè proveniente dal Kenya che invece richiederebbe l’aggiunta di latte.

Adesso è proprio l’ora del tè.

Comunicato di Avatar di chiaramarinachiaramarina | Pubblicato Giovedì, 07-Gen-2016 | Categoria: Gastronomia
Portale automobilistico
Elenco e offerte Terme

Reazioni:

Voto medio

-

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo comunicato o pubblicarne uno a tua volta.
 

Iscriviti

Iscriviti
Iscrivendoti potrai inserire nuovi comunicati, votare i comunicati altrui e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui o sull'immagine per aggiungerti
Versione desktop